YSL

I saldi di Net-A-Porter fanno male al cuore, ma meritano *_*

Post rapido per mostrarvi cosa offre quel sito delle meraviglie lussuose che è Net A Porter.

Se cercate qualcosa di veramente figo lì ce l’hanno. Se non c’è, lasciate perdere l’oggetto: non ne vale la pena XD

Basta sparare cazzate, passiamo ai saldi belli ^_^, fossi ricca mi ci butterei senza pensiero *_*

1) Jimmy Choo ICONS Faye Zebra

179286_in_xl

Sono bellissime e da sempre mi tentano, ma costano più di MILLEDUECENTO euro e mi pare una cosa folle. Dai, ok che il 10% va in beneficienza, ma sono scarpe. Pure sandali. Sù.

Comunque sono in saldo a 388€, che dal prezzo di partenza è già un grosso passo….anche se dovete portare il 35. Se no ciccia.

(sto meditando di copiarle :3 )

2)La Gucci scarpa fetish perfetta: il bootie cutout *_*

320475_in_xl

No, sono bellissimi. Facciamo il punto: io amo GUCCI, ma quello di TOM FORD, il totalblack, la sinuosità, l’iperfemminile essenziale. Oltre alle linee vintage love di questo modello, chiaro. Di Gucci avrò 4 paia di scarpe, tutte nere. E’ un segno.

Voglio questi stivaletti iperfighi in suede con aperture inutili & moleste ma belle da vedere. 350€ al 50%, posso sperare al Fox Town, con lo sgravo del franco svizzero. Ci credo.

3) STIVALE IPERCATTIVO – Yves Saint Laurent Tribtoo Leather knee boots

313263_in_xl

Sono di quel tipo che li guardi e provi amore e odio al contempo: sono esageratissimi XD!! Troppo plateau, tacco troppo fine, gambale spazzolato con stringatura, lavorazione a occhielli.. DIVINI. Alla fine vince l’amore: sono così cartoon *___* da cattivona, sotto un microvestito in perfetto stile uniforme. Sì, io vado in giro conciata così. 772,50€ al 50% di sconto, e sticazzi. Ma li voglio taaaaaanto ç_ç vabbè, ho già uno stivale nuovo da cattivona, mi accontenterò ( e magari pedino qualche inserzione su ebay).

La singletudine mi sta riesumando lo stile jappo-lolitoso/gotico. Siam messi bene…

4) Decolletee Valentino – Sembran da sposa ma chissene frega

314748_in_xl

Sono bianche, hanno gli strass…potrebbero essere da sposa, ma poco importa. Dopotutto nulla mi vieta di indossarle come scarpe estive…sono così belle e anni 50 *_*, con la traforatura a rete e lo scollo a V. Il tacco garbato e sottile. 268€ con il 60% di sconto. Evidentemente sono un avanzo della scorsa stagione estiva. O portano sfiga alle spose, non so. Mi piacciono.

Finito il tour delle *cose che contano –  in saldo* su Net A Porter….beh era solo un post veloce per permettermi di fare qualche foto ai miei nuovi acquisti ^__^

Ditemi che ne pensate 😀

Baci,

Momo

ISLO, la collezione invernale 2012 tra CHIC e CHOC

E’ capitato l’altra settimana di imbattersi, su facebook, su questa scarpetta…

Si chiama Zarì ( in particolare: tessuto Leo Cielo e camoscio viola) e fa parte della collezione FLASH A/W 2012. Se ho capito bene dovrebbe trattarsi di  una capsule collection all’interno della collezione invernale, non ancora disponibile sul loro sito.

Prima cosa che salta all’occhio: si tratta di un modello chiaramente ispirato al celebre Tribtoo di YSL, reinterpretato e va bene…ma perchè? A cosa serve fare l’ennesima copia? ISLO non è un brand low cost, non è Cinti/Zara/cazzotipare non deve fornire a noi poverille un tampone modaiolo di roba che costa cara…e poi che brutte così :C sembrano proprio una trashata da Aldo/ASOS, bah.

Se andiamo poi a controllare la collezione A/W 2012 sul sito notiamo che ci sono un sacco di modelli, così tanti da perdere la testa nel cercare di guardarli tutti.

Sarà, ma la troppa varietà mi fa di nuovo pensare  alle catene di prontomoda con millemila modelli per tutti i palati. Che peccato, una volta ISLO (e parlo del 2006) faceva pochi modelli e tutti strepitosi, ma soprattutto interamente in pelle e di eccellente manifattura. Oggi, dopo aver comprato le Nuvola questa estate e aver scoperto che le suole sono in plastica e i tessuti acrilici ( e i tacchi sbilenchi)…per 200€…, insomma due domandine saltano spontanee, ma cosa stanno combinando, dove sono i tacchi snelli e voluttuosi di una volta?

Analizziamo alcuni modelli insieme.

(FLASH Collection)

I modelli si chiamano rispettivamente: Zenzero, Zucca e…nome non pervenuto, sono tutti ispirati al modello YSL e per carità sono BELLISSIMI e li comprerei tutti, ma per queste rivisitazioni sul tema c’è KURT GEIGER, decisamente più abbordabile :”( uff

(vedi il modello Minnie/Minnie2 di Miss KG, ad esempio, ampiamente sotto i 100€ e il tacco identico anche nel gommino.)

I prezzi non sono resi noti, ma saranno sui 250/350€…sigh

Andiamo sulla collezione vera e propria:

Albatro color ferro, 309€. Non so dove iniziare…il piping azzurro le rende sportive ma fuoriluogo, il taglio della tomaia è a dir poco approssimativo. Il tacco… la forma…Avete letto il prezzo?

Altra pretend to be Daffodile, altra tomaia che sembra scappata da una fabbrica cinese di repliche. Alligatore, si chiamano così, color Fango, 299€

Passiamo a quelle carine, va..

Modello Ara in camoscio amaranto e fioccone in nappa cipria e scamosciato. Modello carino, a se stante e con un prezzo un pelo meno esoso: 259€

Di pradesca/miumiuesca memoria il taglio della scarpa e il fioccochettone: Genetta Etrusco. 216€, prezzo ancor più basso, ma anche l’appeal da ufficio non le rende così grintose.

Plateau eccessivo,  e profili a contrasto per Giraffa, 239€, in suede e vernice. Sinceramente c’è chi le può amare, ma di roba del genere è pieno il mondo.

Islo, in generale, ha dato il meglio di se nella collezione FLASH che non nella sua ufficiale, i prezzi  potrei accettarli se le lavorazioni e i materiali fossero almeno a livello GIANNI MARRA, sul design..vabbè son gusti, ma manca lo spirito. Continuerò a guardare il mio sandalo Sirenetta, figlio di un epoca Islo che non esiste più.

A domani con una recensione anti sanpietrino! STAY TUNED

Baci

Momo

Shoe room #48 YSL Chinoiserie Open Toe – vintage –

Sono arrivate!!

Le mie adorate scarpette vintage (per modo di dire) sono giunte nelle mie manine *_* o ovviamente ai miei piedi!

Sono DIVINE! In seta bianco panna con un intero ricamo finemente lavorato sul lato esterno, con fiore rosa. Non li depilerò, sono troppo soffici.

Il piping (?? Il PIPING è quella rifinitura a tubolare che accompagna i bordi e le cuciture, solitamente a contrasto. nda) è in pelle dorata, il laccio alla caviglia si chiude frontalmente come una camiciola di ispirazione orientale

Esatto, perchè questa collezione YSL del 2004, dal quale provengono, è tutta dedicata alle cineserie, chinoiserie , quel genere di arte occidentale in emulazione di quella cinese. Ha spopolato tra il 1700 e 1800, dalla decorazione delle pareti, al mobilio fino alle porcellane.

L’opentoe è ampissimo, come la punta insolita a foglia, la soletta interna, il tacco e la suola sono rosso lacca piuttosto scuro. Mr Loubie non ha giusto fatto causa a YSL? Recidivi questi della Rive Gauche, ahahah ;D

( il gomitolooooo!! *_*)

Il laccetto ha l’asolina elastica, è davvero confortevole, il tacco è alto 10 cm a spillo, ricorda molto il beccuccio di una teiera 😀

(con questa prospettiva sembra io abbia un cotechino al posto della caviglia..=_=)

Sono un 37 e mezzo e calzano come tale ;P mi vanno un po’ lunghe, senza chiudere il gancino la scarpa mi scappa!

Le amo infinitamente!!

MARCA: Yves Saint Laurent

MODELLO: Opentoe

COLORE: panna

TOMAIA: Seta

LINING E SUOLA: Nappa rosso scuro e cuoio rosso lacca

TACCO: a spillo alto 10 cm

ACQUISTO: Aprile 2012

 

Che mi dite?

Baci,

Momo

 

Waiting For.. YSL Vintage open toes ^_^

Post veloce per farvi conoscere le mie nuove bimbe vintage 😀

Ogni tanto mi piace comprare qualcosa di particolare, strano, come queste scarpe open toe di YSL.

Prese su Ebay ad un ottimo prezzo, non vedo l’ora che arrivino 😉 sono così strambe! Open toe esagerato, tomaia chiara rifinita in pelle dorata e …GOMITOLINO-charm sul laccetto. Sono mie per definizione.

Non ho mai calzato scarpe di YSL, queste sono un 37 e mezzo e mi ho letto che calzano strette così dovrebbe essere tutto ok 😀 vi faccio sapere!

Avete visto quel fiore rosa pelosetto? Ecco quello verrà tosato a dovere! Ahahahaha XD

Baci,

Momo

UPDATE: Pare si tratti di una collezione del 2004 😀 come si evince da qua e su questo blog

Non sono proprio passati i 20 anni  canonici per la “beatificazione” a Vintage, però 8 sì XD ahahaha