scarpe da ballo

Shoe room #32 My Emerald Gina Pumps

Volevo mostrarvi le mie bimbe color smeraldo *_*

Sono del marchio Inglese Gina, un brand che nasce nel 1954 ad opera del designer artigiano Mehmet Kurdash a Londra. Il nome è un sentitissimo omaggio alla nostra stella del cinema Gina Lollobrigida, che ha ispirato il suo cuore artistico dando vita ad una line di calzature da vera diva. Oggi sono i tre figli Attila, Aydin and Altan Kurdash a tirare le redini di questa meraviglia. Le scarpe hanno da sempre una massima cura nei dettagli e la maison sceglie solo i materiali migliori. Eccovi un po’ di immagini di repertorio!

Direttamente dal sito di GINA

Ora che vi ho raccontato due righe sul brand, ecco il mio adorabile acquisto!

Sono decollete in nappa verde metallizzata, con decoro liberty sul collo del piede, super avvolgenti! Tuttavia, anche se non sembra sono scollate sul piede, e hano una natura d’Orsay nell’anima. Adoro il tacco a spillo da 10 cm, deliziosamente arcuato e bellissima anche la punta tonda, che in questa foto non rende: la pelle è così soffice che senza la “forma” sembrano floscie ;D hihi!

La scatola blu notte con logo a specchio!

Quale scatola per scarpe è totalmente forderata di satin oro luccicante?? Una scatola per meraviglie 😉

Io le trovo così retro *_*,  la loro natura da ballo la dimostrano tutta! Purtroppo devo aspettare l’autunno per poterle indossare, sono chiuse e apprezzerebbero un bel collant a contrasto 😉

Non vedo l’ora!

Spero vi piacciano,

fatemi sapere!

baci,

Momo

Nuove Giuoie :D Shoe Room # 10 Mary Jane Lilla-Cipria Betty Flowers

Questo Shoe Room, è anche un “Nuove Giuoie” e una Recensione del Marchio Betty Flowers…cosa volevate di più ;D

Poco prima che iniziasse il mio programma di Austerity, mi sono fermata, post lavoro, al centro commerciale di Pieve (vicino a Lodi), una mia zona franca per il recupero della sanità mentale, dove hanno aperto recentemente uno punto vendit Betty Flowers. Sinceramente, l’ultima volta che mi era capitato di vedere un monomarca di questa ditta è stato anni e anni fa a Piacenza, dove, tra l’altro, i modelli proposti in negozio erano di una tristezza assassina: concetti di scarpe “alla moda” presi e rielaborati in maniera da renderli più…qual è l’aggettivo giusto?? Mmmm..Ortopedici? No, magari Comodi è meglio, o l’intento del designer….Bah, resta il fatto che non mi ha di certo fatto una buona impressione: plateau e tacco basso mi hanno sempre fatto senso, come coppia.

La mia visita al nuovo maxi store aperto nel centro commerciale era dettata dalla carenza da shopping reale (in effetti ci ho dato dentro con quello virtuale…ma niente  negozi a prova di polpastrello =_o gasp!), e avevo voglia di provare roba, al solo scopo ludico in sé.

Devo confermare la mia tesi piacentina: Betty Flowers non ha buona roba (almeno qua in Lombardia) e il prezzo è elevato rispetto alla qualità offerta. Si salvano solo i corner coi fondi di magazzino: infatti le mie scarpe arrivano da lì, e devo pure aggiungere che, grazie al mio acquisto, ho realizzato l’avvenuta caduta di qualità delle catene di calzaturifici, in questi ultimi anni. Vi ricordate quando Bata, Via Maestra, e questa Betty qua mettiamo, facevano scarpe in pelle? Oggi ne faranno 3 modelli in croce per “collezione”, in mezzo alla plasticaccia, e ve li fanno pagare salatissimi.

Queste, inoltre, devono essere parecchio datate (ce n’erano un’infinità, in 4 colori….ma solo un 37, il mio =_=) e magari saranno anche piaciute poco alla gente, ma la qualità stranamente c’è: tutta pelle (suola,tomaia,interni, bottone!!!!) morbida tinta e  verniciata con cura…infatti il prezzo originario era 99€. Ma allora..perchè adesso usano materiali schifosi per scarpe scadenti, degne dei cinesi (..), allo stesso prezzo? Bah, io le ho trovate bellissime, ho amato lo scollo accentuato sulle dita del piede, la punta tonda ma non troppo,  il cinturino col bottone e il tacco grosso, da ballo.

Il colore indefinito….O_O Prendete nota, me lo sento: questo colore sarà nelle prossime palette delle sfilate! Ci scommetto il tacco delle mie Gucci!!

Risultato: non comprate le Betty Flowers se volete investite denare in calzature di Qualità a pressi moderati: sono fatte male. Puntate sui fondi di magazzino: costano anche una cavolata (le mie 19,90€) e valgono anche il doppio!

Marchio: Betty Flowers

Tacco: 8,5 cm

Modello: Mary Jane

Tomaia: vera pelle, come gli interni

Suola: vero cuoio

Colore: vernice lilla “cipriata”

Acquistate: Settembre 2010

Le adoro, voi cosa ne pensate?

Baci,

Momo