Nicholas Kirkwood

Rotocalco del Gomitolo: Gli essenziali per la brutta stagione 2012/3

Troppo che non scrivo, un mese.

Non vi nascondo che sto malissimo ed è un periodo di bitume, ma tiriamo avanti. La salute ha la brutta mania di ritorcetisi contro, si continua.

Sono qua, tornata e spero ben carica, per parlarvi di cosa reputo fondamentale per questo inverno 2012/3, secondo l’ottica gomitola: un pizzico fashion, due tazze vintage style e un sacco DIVA.

Rasoterra, cioè siamo seri: servono anche le scarpe senza tacco.

-Un paio di stivali neri in pelle morbida ma non caduca, liscia o martellata che sia, ben aderente la gamba. Un modello da cavallerizza con un apporto di Military Chic che non guasta.  Una fibbietta è il tocco perfetto, oro o argento, per l’HW,  sarà il vostro mood a deciderlo.

No a borchie o punte o eccessiva metalleria, si parla di un modello classico, insomma prendete quel rutto di Givenchy alla maniera di AstroBoy…ecco, però normali.

Questo modello di Gucci è perfetto, in tutto e per tutto, usatelo come esempio. NO a roba western, come tagli a coda di rondine sull’apertura superiore, punte o tacchi rientranti. NO. Tacchi appena accennati classici da scarpa bassa, o da uomo fate voi, punta a mandorla e avviluppati allo stinco per bene, l’idea cinghietta è molto WOW, cerchiamo di non renderla troppo appariscente. Ah, questi costano 1150€ QUI.

-Ballerine color vinaccia estremamente minimal.

(nel post sotto, quelle di ELE HAND MADE, sono perfette)

Passiamo ai tacchi, che ho già la depressione a cercare un altro modello senza tacco.

Siete pregate di procurarvi un paio di zeppe decollete, altissime e molto cattive. Io ho quelle di Giacomorelli, sia chiuse con dettaglio arancio che peeptoe con zeppa gialla (le peeptoe le ho da poco prese sul fighissimo sito TREMOLINI), e le stra-amo , ma punto a prenderne anche un paio con cinturino alla caviglia. L’ideale è con tomaia in velluto o suede, ma fate vobis. MEGA ALTE, non si accettano mezze misure, la zeppa se si sfina nella parte posteriore è meglio.

Aperte chiuse…è indifferente. Questo modello, copia della proposta Zanotti dell’anno scorso/due anni fa, lo si trova  a poco su Ebay.

Colori ammessi: borgogna, verde scuro, blu di prussia, nere e se proprio ve la sentite viola. Ottimo se c’è il piping dorato.

Ah….le heelless, quele schifezze che sembrano mancanti di una cucchiaiata di tacco dietro…ma per favore. Grazie.

– Una deco/scarpina aperta in VELLUTO

Allora, il velluto IMPERAT, non ci sono quarzi, una scarpa in questo materiale è obbligo per la GomitolBruttaStagione, meglio se dalle forme un po’ tozze (tacco grosso, ma non giga, e plateau medio con punta tonda). Amo le scarpe a punta, ma il velluto non è loro amico. Gucci ha tirato fuori una chicca da paura, una scarpa che grida COMPRAMI da ogni singolo acaro insidiato nel peluria setosa, ma 550€ ragazzi. Magari per Natale, se trovo un sacco di denari.

LA PERFEZIONE. Anche in rosso, notare lo scollo da vera Diva-WOW:

Anche queste mi fanno sbarellare (sempre Gucci, un pugno di € in più):

Comunque, tacco perfetto, vintage allure da panico, l’ideale è che siano nelle vostre corde: il velluto non perdona e se la scarpa non convinve fa zozzata da camera cheap. Scegliete con cura e con cuore.

Se siete delle Queen, le Kirkwood qua sopra saranno il vostro pane.

Per ora credo sia tutto, anche se pensavo alle trame della pelle…o ai tessuti, ma mi serve un altra settimana.

In questi giorni si parlerà di SHOE REVIEW, sì signori vi recensisco le scarpe.

Le scarpe della Ferragni. IO LE HO COMPRATE SOLO PER VOI.

Baci,

Momo

Fotoromanzo di una storia d’amore XD Nicholas Kirkwood Maryjane for Erdem

Oggi chi bussa alla porta? Un corriere espresso.

SDA. E chi sarà mai? Pacco blu scuro, decisamente riconoscibile..

Che bella la scatola, già è un emozione, ma mi ero già spoilerata tutto con le Vivienne Westwood…sapevo io *_*

Poi, viene il momento più bello, ero nel pieno delle mie attività lavorative e furtivamente scarto la scatola..

Una bella gala nasconde il mio “premio”, è così bella che non la vorrei sciogliere…ma: è da farsi!

La scatola bianca lucida, quasi iper minimal, non fosse per la scritta dorata. Racconta tutto, è una scatola tentatrice. Lucida *_*

Ma quella scatola è il vaso di Pandora! Contiene una galassia intera!! Le mie Adorate, sono loro! Una paio di cosmiche marijane firmate da Kirkwood per Erdem, con tomaia ricoperta parzialmente con vera seta stampata! Il laccetto è molto “alto” sul collo del piede e grazie all’altezza del tacco, veramente epico, l’effetto ottico di gamba kilometrica è assolutamente garantito! Calzano così bene che poi toglierle è un dramma, anzi, E’ UN DRAMMA perchè non prevedono un apertura con laccetto  =_=” unica pecca di queste meraviglie che intrappolano il piede. E’ una dolce trappola, in ogni caso!

Questo è vero amore, le amo! E colgo l’occasione per parlarvi della qualità della fattura delle scarpe Kirkwood: buona, quasi di alta qualità però il bordino in pelle che avvolge il dietro del tallone è già un pochino screpolata…non credo sia voluto.

Calzano regolare, ma ho preso il 38 visto l’astezza del tacco e l’importanza del laccetto: ci sarebbe andato niente perchè fossero troppo piccole. Mi stanno morbide, ma poichè son chiuse nulla di male 😉 Vi consiglio di acquistare la vostra misura abituale, al massimo il mezzo numero in più.

Scusate le gambe ignobili e gonfie, vorrei vedere dopo ore di spesa coi tacchi =_=” Ma dovevo indossarle per voi, meritano troppo!!

Che ne dite?

Baci,

Momo