Mese: maggio 2012

Tentazioni pastello, corde e tacchi assassini su Asos: CLEO B

Sono depressa, perchè il lavoro mi spreme e non ho nemmeno il tempo per lavare i pavimenti: ieri ho dovuto prendere un permesso per rassettare casa a dovere…siamo a quei livelli…God.

Aggiungiamo che Uomo è abbastanza pigro, tanto da non rivolgermi nemmeno la parola (consuma troppe calorie, limita anche i gesti) e dormire tutto il tempo. Poi si sveglia alle 6 del mattino e guarda un video con PieroAngela che racconta delle Palafitte. Tipo.

Ma non divaghiamo: ieri sera avevo voglia di spendere denaro in scarpe e dopo un giretto poco fruttuoso dai miei spacciascarpe di fiducia (messi in pole: un sandalo kitchissimo fucsia e oro, una deco di pazzo pazzo pizzo e un sandalo mediocre ma basic-to-die-for) mi sono ritagliata anche un viaggetto virtuale in quelle di ASOS, rigorosamente nella sezione  sconti-outlet.

Tutto abbastanza brutto fatta eccezione per un designer che si merita tutta la mia stima: CLEO B ♥ e i suoi dannatamente belli Flamingo!!

Sono uno spettacolo color mint green che contrasta delicatissimamente con i dettagli in corda e il raso nero. Così perfette!

Mi fa un filo strano il tacco in questa foto, sarà la prospettiva perche negli altri modelli è normale. Alto, sottile e abbinato alla punta “ragnetto” che ricorda i sandali in gomma dell’infanzia, oppurtunamente rivisitata con materiali “adulti”.

A molti la punta così può non piacere, perchè chiusa, perchè troppo sportiva, io trovo che sia una novità ben calibrata: un open toe avrebbe reso questo sandalo più banale e per questo anche meno accattivante 😀

Per le meno temerarie esistono anche di colori normali, come questo bellissimo taupe scuro:

(dove, con la tinta naturale, il sandalo acquisisce anche spessore)

E un delizioso arancio che si traveste da color cuoio rovesciato chesta benissimo con i dettagli corda e nero: etnici e chic allo stesso tempo!!

Si trovano, appunto, su Asos nella sezione saldi e costano 190€. Sì questo è il prezzo ultra scontato…di listino vengono la bellezza di 405,89€. Eottantanove. Stiquarzi. Sono bellissime *_*

Sempre nella medesima sezione su Asos ho trovato anche questa deco con zeppa sagomata bel-lis-si-ma:

La versione nera tanto quanto, ma questa nude è adorabile! L’impuntura volutamente esagerata in oro, la noce a metà sulla punta ♡. Riconfermo questa designer (io la immagino femmina per via del nome, in caso contrario mi scuso XD) come GENIO!! Sono le scarpette per l’ufficio perfette: slanciano, non si incastrano, sono basic, hanno un particolare weird e stanno bene quasi con tutto! Circa 245€. In saldo, ovvio.

La scappata sul sito Cleo B era d’obbligo: appena lo apro resto folgorata!! Scarpe color vitamina con tacco scultura a forma di musicassetta *_____* Amo. Musicassetta, di nuovo, sulle peeptoes, che diventa poi pochette, scritte fumettose ben interpretate: sbaaaav (nota: quelle che vi ho presentato io da Asos non hanno la suola in cuoio, queste del sito sì. Probabile power up nel frattempo ;D? ahah). Resta il fatto che questo brand gravita nel “lusso streetwear UK”. Roba giusta, insomma.

Via con la carrellata di immagini rubate dal SITO

Fumetti, musica, hip-hop wear, vintage, un cucchiaio di Ferragamo d’antan.

Bel mix 😀

Questa è solo una mini selezione, sul sito troverete un mucchio di bellezze XD Peccato non funzioni ancora lo Shop on Line, ci tenevo a mettere anche i prezzi.

Quanto mi piace scoprire nuovi talenti!

Che ne dite?

Baci,

Momo

Oggi ricordiamo una Stella che è tornata al cielo. Aldo Sacchetti 1922 -2012

Lo so, il titolo è melenso ma non riesco a pensare ad altro da una settimana a questa parte, ovvero da quando per puro caso mi sono imbattuta in un trafiletto di un giornale vecchio di qualche mese.

Trovo per caso questo piccolo e curioso articolo a pagina 54 della Stampa del 12 Febbraio, giorno già infausto perchè in prima pagina si piange una grande artista, Whitney:

Si apre bene la giornata,devo dire. Volevo prendere quella copia, ma già la foto i copertina mi rendeva triste, la Houston non se la passava niente bene da diversi anni.

Ma qualcosa di ancora più tremendo per noi amanti delle calzature ci attendeva a pagina 54..

Eh sì, ci ha lasciati Aldo Sacchetti, il mio designer preferito di scarpe. Artigiano senza pari, dimenticato da tutti, ma forse lo voleva. Era  un suo desiderio non diventare feticcio da star o prodotto umano. Molto torinese.

Un vero peccato per noi arrivati troppo tardi, io stessa che meditavo di andarlo a trovare per strappare in extremis un’intervista. Non potete immaginare quanto mi sia sentita male. E’ sempre stato lì a un tiro di schioppo da casa mia, e l’ho lasciato andare via. Non mi resta che recuperare tutto ciò che è rimasto: dalla moglie che vuole presentare una biografia a tutte e tutti coloro che siano stati parte della sua attività, come la cara Nunzia Scalisi che mi ha scritto un bellissimo commento al post che avevo dedicato al designer tempo fa. Nunzia, se leggi questo post, ti invito ufficialmente per un intervista :), di cuore.

Aldo Sacchetti era AVANTI. Era le scarpe con il tacco a spillo opulentissime, prima di Caovilla, Manolo e Louboutin. NEgli anni 50 faceva svettare le madame su sandali tacco 11 decorati in modo finissimo, anni luce avanti. Scarpe che oggi sfoggereste come fossero l’ultima proposta della passerella. il Museo della Calzatura di Vigevano conserva molti suoi capolavori, sono determinata all’inverosimile e voglio vederli di persona quanto prima.

Lui era avanti. Troppo avanti, così tanto che ce ne ricorderemo solo tra decenni. Me lo sento.

Momo

Grazie a Paddock per avermelo fatto scoprire.

Grazie ad Antonella Amapane per aver scritto questo articolo sulla Stampa.

Grazie a chi mi ha commentato in merito permettendomi di conoscere questo mondo da “vicino”.

Flash News!! Super novità: Ballerine firmate Tiziana Fausti!

No, nessun errore, notiziona appresa pochi minuti fa su Twitter: Tiziana Fausti oltre ad essere il nome di un famosa (e consigliatissima) boutique luxury online ha da tempo lanciato anche una collezione a suo nome.

Inizialmente erano presenti borse e shopper dal design lineare sia in pelle che in tessuto (bellissime e pratiche a mio avviso), da oggi sono arrivate anche le ballerine!

Bellissime *_*

Si tratta, per ora, principalmente di due modelli: la classica flat, che ha fato storia, con fiocchetto e una versione più scollata ai lati arricchita da una cascata di glitter. Potremo azzardare un daytime e relativo cambio da sera ;D

I colori assolutamente di stagione: quindi neon effetto evidenziatore per il giorno, con le tomaie in tessuto (credo sia effetto suede, così pare dalla foto) e glitter nei toni silver/grigio/nero per la versione da sera.

I prezzi: 75€ al paio. Non pochissimo, visto che si tratta di una ballerina, ma assolutamente fattibile, immagino che la qualità la faccia da padrona: dalla foto le rifiniture sembrano ottime e la soletta è in pelle (per il lining non so, potrebbe essere nappa, è da verificare).

I numeri stanno già volando via! Se sei un amante delle ballerine l’occasione è ghiottissima ;D

Baci,

Momo

Shoe Room #49 Prada Grey Satin Embroided Mules

Quanti aggettivi nel titolo di questo ShoeRoom! E se li meritano tutti queste Prada bellissime che mi sono aggiudicata su Ebay qualche tempo fa ;D

Si tratta di un campionario di certo, hanno i segni tipici della calzatura campione, ma sono state conservate molto bene! Credo abbiano almeno 5/6 anni, ma essendo nuove se li portano benone. Forse il satin in certi punti si è smollato un po’ dalla tomaia, ma poco male da indossate non di vede ;D

Sono a sabot, calzatura che in media detesto, ma il fatto che la tomaia presenti un laccetto tipo maryjane le porta ad avere lo spazio preciso per due lacci posticci (fatti rigorosamente da me) da applicare proprio agli estremi lembi di pelle. Li ho pensati in grosgrain sottile, con bordino in pizzo molto basso e qualche perlina nera per riprendere il motivo sulle parti finali dei lacci, un lavoretto che mi chiederà qualche tempo XD Ma meriterà, me lo sento.

Il design della scarpa è chiaramente retro, il tacco a rocchetto di media altezza (9 cm) e la punta tonda, oltre alla scelta del satin e al colore, ricordano moltissimo le calzature da sera anni 40/50. Adoro!

Al momento il laccio maryjane non è elasticizzato e dopo qualche passo da fastidio..poco male appena trovo del filo elastico lo metto a regime io XD ahahahah!

Il colore esatto è grigio fumo perlato: ovvero un satin grigio ma con i fili di trama tanto lucidi da sembrare cangianti rispetto l’ordito opaco, una cosa decisamente Pradesca! I ricami sono in filo classico da ricamo spesso nero e opacissimo, il tutto impreziosito da perline nere lucide.

Al momento mi scuso per la mancanza di foto indossate ma ho i piedi fuori uso causa… ç_ç ballerina del mercato che me li ha tinti di rosso! E non se ne va, devo andarci pesante di pomice! Aiuto!!

PS: per fortuna che Prada calza grande…..qua ci entro con l’olio XD ahahhahaha Però è anche vero che hanno sofferto senza forma, vanno indossate un po’ 😀

MARCA: Prada
MODELLO: sabot con decorazione maryjane
TOMAIA: Satin cangiante
LINING E SUOLA: nappa rosa e cuoio color naturale
TACCO: 9 cm a rocchetto non molto spesso
PUNTA: tonda
ACQUISTATE: Aprile 2012

Che mi dite?

Baci

Momo