Mese: aprile 2012

E-Shopping Tips: Tiziana Fausti e la rapidità fatta negozio OnLine

Oggi vi recensisco il negozio online più nuovo per me 😀 Tiziana Fausti.

Grazie a Chris, che ha segnalato i saldi pazzi presenti sul sito (e ancora disponibili!), ho potuto farmi tentare dalla sezione scarpe fornitissima di grossi nomi quali: Sergio Rossi, Casadei e Giambattista Valli….Cioè, muoio.

Dopo la sincope fulminante avvenuta a Pasqua (giorno in cui ho carrellato il mio paio) è accaduta la magia *_*

Partiamo dall’inizio e conosciamo il mondo di Tiziana Fausti Shop on Line ;D

Il sito si presenta bene, con fondo scuro ma riquadri ben identificabili con gli oggetti dei desideri, non ci si perde per cercare i vari menù 😉 Inoltre si naviga senza problemi e si trova tutto in un lampo! Sono piccole cose che fan tutto di un e-commerce.

Prima di ogni cosa, occorre registrarsi come cliente (come sempre) e di conseguenza prendere nota delle Condizioni di Vendita. Ho potuto leggere con estremo piacere che non solo sono riportate tutte le casistiche, e spiegato per bene come intendono comportarsi con il reso (cosa che molti lasciano in sospeso come data per scontata..) ma che lasciano anche utilissimi commenti che indirizzano il cliente nella giusta maniera: istruzioni ben dettagliate per chi non paga con la carta di credito, i tempi di consegna previsti a seconda delle opzioni scelte e tutto, ma proprio tutto, sulla spedizione.

Parliamo della mia esperienza in particolare:

Inizio registrandomi, e inserendo tutti i dati necessari, individuo il mio paio e procedo all’acquisto.

Poichè sono priva di carta di credito, tolta la ricaricabile che ne considero un surrogato, decido di pagare con BB: interessantissimo il messaggio che avvisa gli acquirenti delle tempistiche richieste per evadere un ordine pagato in questo modo (sono richiesti 3 giorni in più) e che al primo ordine potrebbero esserci ritardi nella spedizione dovuti alla necessità di inserire il nuovo cliente. Questa è correttezza e trasparenza.

Processato l’ordine, invio copia del bonifico e mi metto ad aspettare (mi son detta…ci vorrà una settimana..) Beh, dopo due giorni le scarpette erano sulla mia scrivania. Sono rimasta senza parole…*_*

Velocità, aggiornamenti tempestivi sul sito, aiuto telefonico sempre disponibile, imballaggio così bello che a scartare il pacco ti vien male.

Come hanno spedito: Con corriere espresso, è arrivato un pacco con UPS, se non erro, uno scatolone grande…con dentro un altra scatola di cartone (tipo quella Yoox) nera sigillata da due bande elastiche grandi (elastici di stoffa! Alti 5 cm, ciao nuova gonna a ruota XD) e un adesivo grande con il logo del negozio…tutto questo gratis!! Spedizione gratuita!! Io che lavoro nel commercio on line so quanto costa solo spedire…con tutti quegli accorgimenti costerà loro un capitale! E spediscono gratuitamente in TUTTA EUROPA!!!

Le scarpe: sono arrivate nella loro scatola originale, perfetta intatta (spesso durante i saldi alcuni negozi spediscono in scatole anonime bianche) e le scarpe erano INTONSE! Stiamo parlando di un negozio che prima di vendere online vende dal “vivo” in boutique, e sappiamo che oggi questi posti (questo in particolare) sono assaltati da orde di FB urlanti! XD ahahah!!

PAGELLA

VELOCITA’: ★★★★★

ASSORTIMENTO: ★★★★☆

CUSTOMARE CARE: ★★★★☆

IMBALLAGGI: ★★★★★

VOTO: Ottimo!!

Come sempre vi invito a farci un bel giretto, e guardate la sezione saldi!!, e come sempre è tutta farina del mio sacco!

baci,
Momo
Annunci

Shoe Designers dietro lo specchio deformante : INGA SAVITS SHOES

Ovvero, come la stampa DEVE stravolgere tutto per renderlo appetibile (odio! Odio!!)

Vetriolo a parte, come sapete l’ultima volta ho parlato dello stivaletto netty di D&G…poi su facebook ho postato questa:

Stesso stivletto con modifica bricolage fatta alla svelta: via il cinturino sfittico-segagamba et voilà: la creazione dolcegabbanica acquista punti. Sono certa che chiunque comprerà questi cosi imiterà gli amici di MarieClaire Accessori. #bravi

Ma questi editor (non so se siano davvero degli editor, ma la parola suona fighissima) di servizi fotografici non si fermano agli scatti in posa, no, hanno degli amici che DEVONO rendere fighe e comprabili (eccribbio lavorano per quello!) anche le scarpe che magari non lo SEMBRANO (ma non è vero) perchè non corrispondono ai canoni tacco 11 di scuola Zanottiana (noi ti amiamo, ti compriamo e ti adoriamo, GZ. Davvero *_*) e allora…tadaaaaan: una passata nella pastella di Photoshop e via la paura.

Ma serve? E’ lecito? Forse sì, ma a mio credere un arma a doppio taglio come questa va usata con somma parsimonia: quando si va a vedere la scarpa “reale”, si resta delusi…Il designer che ha acquistato visibilità attraverso la carta stampata perde credibilità e…si scrivono cazzate.

Spiego:

Questa è la foto che appare sul numero 2 di MarieClaire Accessori

Segue altra foto con spiegone biblico:

Avete letto bene? Han messo una foto di tacchi assassini e scrivono TACCHI PORTABILI. La mission delle modella-designer-mamma è molto chiara. L’immagine ne da un’idea un filo diversa.

Questo comporta in una curiosona come me l’impulso di sbirciare il sito della creatrice:

Diverso.  Molto diverso questo sandalo che si chiama Yves, e secondo il mio modestissimo parere non ha bisogno di essere photoshoppato per essere apprezzato.

Quelli di MC hanno toppato: per parlare di una designer e scriverci un trafiletto, potevano risparmiarsi la fatica di stingere la foto e non mi cantino le ragioni di spazio…

Tutto questo per parlare di Inga Savits Hannon, la creatrice del sandalo (il più basso è il veramente suo) in foto. Io la adoro! Ho visto il suo sito e mi sono immediamtamente ricordata (complice anche il luogo di produzione delle sue scarpe, Venezia, sarà un caso?? eheh) di Giorgia Caovilla, designer figlia d’arte votata al tacco 9 e non di più 😀

Ben vengano fautori del taccomedio, ma (che sia) bello! Io per prima li amo: ci sono occasioni in cui è necessario scendere un filo per non ammazzarsi (l’arrancare doloranti per una scelta non proprio azzeccata è davvero cheap :X )

La collezione di Inga la trovo bellissima, non ne conosco i prezzi, ma devono essere di un certo spessore…ehm..Però ammiriamoli (tolto il primo coso) *___*

La trovo molto brava.

Davvero. E poi fa una presentazione così *_*

(sì, il suo disegno pare essere più fedele a quello proposto dal giornale, btw)

Tutte le immagini sono prese dal suo sito INGA E li ringrazio, spero non mi denuncino XD ahah!

Ditemi voi che ne pensate 😀

 

Baci,

Momo

PS: mentre pubblico questo sto scrivendo una E-Shopping Tips, avete e-negozi della quali desiderate una recensione? ;D

Alla berlina! Dolce e Gabbana Netty Boot: Si o No??

Buongiorno,

vi do la buona domenica con un articoletto su una questione che mi tormenta da ieri sera..

Sulla Luisa ho visto questo stivaletto..Lo fanno Dolce e Gabbana, e mi rende felice constatare che finalmente la linea dinamica della suola non è tozza come al solito, unendo molti elementi fetish quali la rete e la vernice su uno stivaletto strettissimo.

Il fatto è che mi piacciono,  o almeno, così crede il mio cervello, e volgio capire perchè.

In tutta franchezza alla caviglia sono ridicolmente stretti, tuttavia la lavorazione e la dimensione della rete mi fa pensare ad un opera ben riuscita ;/ uhm..

Il captoe è delizioso, così piccolo, la punta è tonda (mitica l’effetto del restante vernice+rete) ed è presente una scarpa “invisibile” per evitare strasbordi di piede inguardabili..Il cinturino al collo del piede. Abbiamo una D’Oray bellissima che vuole farsi stivaletto con un calza a rete posticcia…potrebbe anche funzionare. Mi piacerebbe vederli su una calza a contrasto. Il tacco è gustosamente fine.

Forza, aiutatemi a capire se queste scarpe sono da salvare o da condannare ;D!

Se vi piacciono sono su LUISAVIAROMA a 495€ 😉

Baci,

Momo

Rutto Libero: Super Ruttone girando su The Corner…

Eccoci per un bel ruttone, siete pronti?

Acne fa bei jeans ma sull’argomento “scarpe” han le idee confuse!!

Guardare per credere O_O

Già abbinare questo blue al nero è un delitto. Cosa cavolo è quella cosa sul tallone?? Un ferro di cavallo per cavalline storne? So che qualcuno è andato in televisione con i ferri sulle spalle e le code sulle scarpe….ma questa cosa di ACNE è abominio!

I simpatici di ACNE vorrebbero fare i brillanti: questo è un sabot, ma aspettate! In teoria è una scarpa maschile, priva di lacci, con il calcagno ritagliato…e un tacco attaccato sotto il tacco “originale”…..Il risultato è che nessuno lo capirà e resterà dell’idea che quella cosa sia un ferro da cavallina storna, come dicevo prima, appunto. Possono fare la vostra gioia se sborsate 480€ –> qui

C’è dell’altro:

Prendi Charlotte Olympia e fanne scempio. Attacca una tomaia del più improbabile materiale e dalle un tocco di Bollywood. Ma di quello brutto.

Otterremo un sandalo orrendo, con un design che uccide qualsiasi piede rendendolo goffo e brutto a vedersi. Ecco mi fanno molto ciabatta da anzyana con tacco da Zoccolaio. Bah. ma se vi piacciono: preparate 380€ e… CLICK

Ma come si fa a vendere ste schifezze?? Signori di The Corner, avete una selezione fantastica, le cose da fashion blogger lasciatele altrove.. ç__ç Soob!!

Baci

Momo