Mese: febbraio 2011

Rotocalco del Gomitolo: Il comune errore di definire banali le scarpe da uomo…

Heilà dolcetti,

Si, avete letto bene, parlerò di scarpe senza tacco a spillo…e soprattutto da uomo! Un nota diversa sul mio blog, il motivo è semplice: io amo le scarpe, qualsiasi tipo di calzatura è per me fonte di immensa attenzione ed ammirazione che sia da donna, da uomo, da ballo o da corsa.

Purtroppo è doveroso ammetterlo, noi femminucce appassionate di tacchi, con la scusa che il minimo accettabile per la sopravvivenza è composto da almeno 20 paia, spesso ci lasciamo conquistare anche da creature..ehm non proprio artigianali ;D! Ma è tutto ok, siamo figli del pret a porter selvaggio delle catene LowCost. Le scarpe da uomo, invece? Anche loro sono disponibili presso gli stessi negozi, ma perchè sono sempre così poche??

Partendo dal pesupposto che è una mia passione osservarle, guardare tutte le cuciture, posso sicuramente dire che quelle hanno mantenuto la loro natura più genuina: gli uomini sono iperselettivi con i loro abiti, che si tratti di capi caual o più impegnativi difficilmente cadranno vittime dell’acquisto compulsivo, per questo preferiscono la qualità. E’ proprio una caratteristica della loro logica: quello che serve (o che piace, il fashion non è solo femmina, ricordatelo. Anzi…) deve avere TUTTE le caratterstiche richieste. Lo vedo quando il mio fidanzato (molto deciso, ha uno stile suo che prevede certe caratteristiche nei capi) deve acquistare un paio di scarpe nuove: marca prefertita, modello preferito, unica variante concessa la sfumatura del colore ma in una sola gamma. Guarda maniacalmente tutto: punta, cuciture, suola, numero buchi per i lacci…se gli piace ma è anche solo un filino scomoda: ciccia, non la compra. Nemmeno fosse al 90% di sconto. Ecco io invece cado spesso nel tunnel dell’ “acquisto la scarpa anche se di un numero in meno…poi si allarga”. Questo denota che il luogo comune donne-maniaca-dell’immagine-perfetta è più fallace de previsto. I più perfezionisti sono i signori maschietti. Quindi dopo un piccolo preambolo, ecco cosa farà il Gomitolo: dedicherà alcune puntate del Rotocalco al mondo delle scarpe maschili, stilandone una completa panoramica. Purtroppo mi sono resa conto che non ci sono molti siti che danno un’idea anche solo vaga di quante meraviglie popolino questa fetta di universo.. Ho notato anche che una calzatura maschile in ecopelle è abbastanza rara (seguendo certi standard.)…che meraviglia! ^_^

A presto con l’ elenco dei modelli e una puntata dedicata ai pellami più prestigiosi!

Baci,

Momo

Shoepershoe Challenge #2 Zara Grey Courts

Stelline mie,

Eccomi con il secondo salvataggio scarposo: siccome ho riscoperto queste stranissime calze, abbandonate nel fondo dell’armadio per anni, ho deciso di indossare le mie scarpette grigie col tacco alto di Zara. Sono un appassionata di calze dai colori e dalle lavorazioni strambi, così potrete immaginare la mia felicità ne ritrovarle. Si per rendermi felice basta davvero poco. Secondo il mio modestissimo parere, grigio e color vinaccia stanno bene assieme, certo non sono il massimo della primavera..ma a febbraio è ancora cosa accettabile 😀

Hi, my little stars!
I’m already saving my second pair of shoes. I’ve found an old (really old) pair of thigs in dark raspberry red, so old that I’ve completely forget them. I’ve got to say I’m a sucker of strange thigs and I decided to wear them for my 2th ShoeChallenge, so happy to re-found them. (Yes, my happiness can depend from really insignificant events!).IMHO raspberry red and grey match together quite good, they’re not tipycal spring colours, but here is still cold (and  still February…). I’ve choose to save my Zara grey suede courts.

WHAT: Zara Grey Pumps

WITH: Tartan grey-sand Skirt (Motivi), sand sweater (Benetton), strange thigs (Philippe Matignon)

WHERE: Home + shopping

WHEN: Sunday February 20th


Queste scarpine sono vecchiotte, appartengono alla collezione   F/W 2007 di Zara e ricordo che quell’anno ho fatto letteralmente una strage delle scarpe di quel negozio: infatti ne ho comprate uguali nere, nere peep toe con tacco e platform color “finta radica” e un sandalo ner molto fetish…che fantasia eh? Le amo.

These shoes are quite old, about Zara F/W 2007 collection. I remind well that Zara’s collection because i bought a lot of shoes (this grey ones and the same version in black, a black peep toe and a black “fetish” sandal-boot…a lot of shoes in few weeks. Ouch! But I love all of them.


Sono semplici decollete con punta  a mandorla in suede grigio, molto soffice, internamente sono rosa cipira e hanno un bel tacco a stiletto da 11 cm con un platau nascosto da 1.5 cm. Ottime per l’ufficio e le passeggiate (di 50 metri)! Mi ricordo, ancora, che al primo sguardo, quando le ho comprate, ho pensato alle Loubie..hihi!

They are simple pumps with almond shaped toe, with a really soft suede upper, 4.4 inches stiletto heels and a small, about 0.6 inch, hidden platform. Perfect shoes for office attire and for a.. uhm.. about 55 yards walk with your partner 😀 At the first sight in that Zara shop, I thought they was similar to Loubie’s. I was only a young inexperienced girl, I know.


Oltre alle calze vinaccia lavorate a “buchini in cerchio”, ho abbinato una gonna tartan nei toni del grigio e beige e un maglioncino sempre beige. Le foto (io e il fidanzato) le abbiamo scattate  nella “mia” (sua) casa di Torino…ho scoperto di avere i capelli dello stesso colore delle porte! AHAHAHA (la mia faccia è sempre un dramma, me ne rendo conto, scusate ç_ç)

For this 2th challenge I wore: raspberry thigs decorated with concentric rows of little holes ( the aim was ..er..“crochet effect”), grey and sand tartan skirt, sand sweather. We (me and my boyfriend) took photos in our home in Turin: I discovered  my hair have the same color of our doors…wow…=_= (Sorry about my face. It’s always a tragedy take a “watchable” picture with my face. ahah :D)

Bacissimi

kisses

Momo

Shoepershoe Challenge #1 Rubber Wedge Loafers.

Ciao Gomitolini,

la mia assenza è presto giustificata, so che ieri iniziava lo ShoeperShoe Challenge, ma è successo un disastro. Venerdì sera, al mio arrivo a Torino, mentre mangiavo un boccone in pizzeria con Marco, qualcuno mi ha scassinato l’auto, rubandomi la valigia e alcuni effetti personali del mio fidanzato. Questo ha comportato per me la perdita della mia amata fotocamera Pen e di ben 3 paia di scarpe. Sono entrata in un tunnel di depressione da cui solo oggi sono riuscita a sorridere un po’.

Hello my sweet little Woolballs,

my absence, during these days, it cleared up soon: I well know that yesterday was the first day of ShoeperShoe Challenge, but a horrible disaster is happened to me. I was just arrived in Turin, so, me and my boyfriend went to eat something in a Pizzeria, as always we do. During this time (about an hour) someone had burgled our car (in the parking!!), and stolen my luggage and some personal effects of my boyfriend. This disaster led me to miss my beloved Olympus Pen camera and up to 3 pairs of shoes…as well as many clothes. I’m fallen into a tunnel of depression from which only today I managed to smile a bit…

Quando ti rubano un bagaglio, si portano via una fetta della tua vita…per esempio mi han preso il mio piccolo set da cucito. Pochi euro di roba, ma è stata la cosa che mi ha fatto più male: c’era il mio regalo di San Valentino dentro, un set di due tovagliette americane a forma di biscotto secco fatte da me. Che rabbia!

When someone steal you something it’s as if he would take away a piece of your life. For example, to me they have also stolen my small sewing kit, it was paid just few euros, but this was the thing that hurt me more: it contained my handmade gift for Valentine’s Day, a set of two american tablecloths shaped about petit biscuit, sewed by me. I’m so angry!


Comunque non ho dimenticato la sfida scarpologica cui partecipo e anche se senza fantasia e scattata con l’iphone, ho una fotina in cui ho indossato il mio unico paio di scarpe del week end….quello che indossavo al mio arrivo!

However, I haven’t forgotten the ShoeperShoe Challenge which I’m still participate and I take this “poor and sad” photo with my boyfriend’s Iphone on Monday! I wore only what I saved on in that ugly Friday ç_ç

WHAT: Rubber wedge loafers

WiTH:Black coat,  blue sweather (not shown) blue jeans OVS, strange striped socks.

WHERE: MAZZE’ (TO)

WHEN: Monday 14 february

(tutto quello che ho salvato.) uhm…perdonate la faccia schifa.

E’ l’unica che ho potuto scattare, purtroppo si sono presi anche i miei vestiti più carini che mi ero portata per l’occasione del primo post!

Unfortunately, this is the only intelligible photo we took. (They also took away my nicer clothes! uhm..also my pijama and all my cosmetics, i have to say..sigh!!)

Kisses

Momo