Mese: maggio 2010

Imprevisti maggiolini…

Maggio è il mio mese preferito, clima accettabile, anzi delizioso, possibilità di fare belle gite senza scottarsi o vestirsi a cipolla, bei paesaggi in fiore..! Si, è il più pratico, e quello delle fragole. Altrimenti non si chiamerebbero Magiostre.

E’, a quanto pare, anche il mese delle sorprese:

Oltre ad aver scoperto che il mio obolo all’assicurazione dell’auto, questo giugno salirà, impenando senza senso la cifra causa un paio di collisioncine qua e là nel 2009, credo di aver visto il primo barlume di senilità in mio padre. Mi spiego: la prima caratteristica di anzianitudine che mi viene in mente, al momento, è la demenza, intesa come mancanza di lucidità e di coerenza….Tralasciando il contesto relativo alla “demenza” fine a se stessa, e prendendo in consideraizone la sola mancanza di coerenza, ecco come ci sono arrivata: 

Premessa: mio padre ha sempre odiato gli animali domestici, mai tollerati in casa. Abbiamo sempre fatto una gran fatica a fargli piacere il gatto di turno, digerire il cane, apprezzare il criceto..considerare il coniglio nano….Mai degnati di uno sguardo. Ultimamente, vuoi la menopausa, anche mia madre cominciava ad accusare un inacidimento acuto nei confronti di queste creaturine..e una volta fatta il suo corso la natura, siamo arrivati ad avere solo un cane: Bulma (chiedo venia per il nome cretino) ormai fa 9 di anni…di egemonia del tappeto, molto invadente ma soprattutto molto lupo–> Molto soprattutto: in casa 24 ore al giorno. L’unico co-abitante che mia madre reputa importante/intelligente/adorabile , addirittura più di me e fratellume (e per tanto mio padre non ha mai porferito parola a riguardo). Le mie speranze di avere un micetto, data l’aria che tira in casa, ormai le indirizzavo alla mia futura (ma prossimissima) vita da sola a Torino. E già ne parlavo normalmente…tanto le mie speranze immediate erano sepolte…

Fatti accaduti: Il padre sopra descritto….mercoledì 5 maggio a pranzo…mi torna a casa con questo:

Per essere precisi  è una lei e si chiama Mimì (non l’ho scelto io..)

Cioè….lui, il padre anti-animali, si spiega così: “era tanto bellinaaa, come potevo lasciarla là..”.???????  Lui… che non sopporta gli animali in casa?! che mi ha lasciato anni senza gatto? Si. Demenza senile, per forza. MEGLIO^_^

E’ tanto piccola, non è nemmeno svezzata del tutto, ma fa già le fusa! Però, a dirla tutta, appena arrivata non era proprio amichevole, guardate un po’ che roba:

Una tigre, inavvicinabile, mordeva a raffica.

Il colore è la parte che preferisco…a chiazze irregolari ^_^

Inutile dire che la adoro *_*, adesso ho di nuovo un micetto da coccolare ^_^!! Non ho idea di quanto abbia, forse un mese e mezzo, non riesce ancora a mangiare da sola. Tra l’altro (mio padre, snaturato..) deve averla strappata alla madre troppo presto: beve dal biberon, poverina…

Mia madre, invece, è già assuefatta dalla nuova presenza, il suo spirito materno si è defossilizzato! Fissa gli orari per le poppate e la porta alla lettiera XD, l’ego del cane è stato, giustamente, ridimensionato.

  Questa cosina sgambettante ha portato un po’ di coccolosità a tutti ^_^

Ora vi auguro buonanotte, e chiedo scusa per la cattiva sintassi dell’articolo…ma non riuscivo ad aspettare…dovevo farlo sapere! hihihihi!!

Gomitoli sofficiosi

Momo

Annunci

Come da promessa fatta ;D

Questo piccolo intermezzo con figure è dovuto ad una promessa fatta, in materia di lenzuola, in quel del blog Dufresniano.

Eccole, le Uva 1:1 su fondo giallo:

 Come potrete notare, sono un po’ consumate (trasparentine, hihihi) perchè accompagnano i miei sonni da anni…tanti anni. Il fondo giallo si è un pochetto smorzato nel tempo (e nella lavatrice). Le ho fotografate da “piegate” poichè il mio letto non le indossa in questo momento. Rendono comunque l’idea: sia il “sopra” che il “sotto”, compresa la fodera del cuscino, presentano la medesima fantasia.

Ovvio: mia madre possiede anche la tovaglia abbinata, ma su fondo bianco, per la cucina. Affascinata dal pendant, lei, anche mentre assembla le montagnette di roba stirata, deve abbinare per fantasia e colore.

Quelle “microscopio” arriveranno presto, non appena capiteranno a tiro.

Chissà cosa pensa, mamma, nel vedermi fotografare la sua biancheria (discutibile).

*aggiornamenti in arrivo*

Baci Gomitolosi

Momo